Crime Scene

Crime Scene

Posted On: November 22, 2005
Posted In: , , ,
Comments: No Responses

The digital software products raise fundamental questions of intellectual property and copyright. These questions are discussed in courthouses and by free software movements but they are also an issue for contemporary artistic production. Mogens Jacobsen‘s Crime Scene is a small peer-to-peer network of only 2 computers. Each computer hosts a selection of copyrighted material on its disc drive and continuosly swap it to the other machine.

[ITALIAN BELOW]

La semplicità di duplicazione dei dati digitali e la loro istantanea trasmissione tramite le reti pone, da anni ormai, la nostra cultura di fronte a nuovi interrogativi. Le regolamentazioni sulla proprietà intellettuale e le leggi sul copyright sono al centro di numerosi dibattiti, oltre che protagoniste di procedimenti giudiziari in tutto il mondo. L’artista Mogens Jacobsen ha messo in scena, con un’installazione, la scena del delitto. Quello di scambio di software proprietario.
Crime Scene consiste in un piccolo network peer-to-peer composto da soli due computer. Le due macchine, il cui schermo è completamente spogliato dell’interfaccia grafica e mostra la scarna schermata di DOS, non fanno altro che scambiarsi file, in un ciclo continuo. La “scena del delitto” è, come si conviene, recintata da un nastro giallo di quelli usati dalla polizia. Sta davvero consumandosi un crimine aldilà del nastro? E chi dovrebbe fermarlo?

http://www.mogensjacobsen.dk/art/crimescene/index.html

Related Posts with Thumbnails